VOLVO PENTA ENTRA NEI FUORIBORDO CON SEVEN MARINE

Grande notizia quella che sta circolando negli USA in queste ore e che vede il colosso svedese Volvo Penta azionista di maggioranza della Seven Marine, azienda poco nota in Europa ma che ha attirato su di sé l’attenzione dei tecnici per i suoi potenti motori fuoribordo.

Con questa acquisizione Volvo Penta allarga ulteriormente gli orizzonti della sua presenza sul mercato nautico internazionale, tornando di fatto nel segmento dei motori fuoribordo che affrontò in origine tanti anni addietro. Un segmento molto importante, perché viste le potenze oggi disponibili le applicazioni sono davvero molte e dunque, lo è anche il potenziale di mercato. Ma non è tutto, perché mentre la maggior parte dei produttori internazionali è oggi ferma su potenze massime di 350-400 HP, Seven Marine fin dall’inizio ha fatto parlare di sé proprio per le potenze che ha reso disponibili con i suoi fuoribordo: 557 e 627 HP.

Proviamo a immaginare un’applicazione multipla da tre motori per un totale di 1881 HP e abbiamo un’idea del potenziale di mercato che Volvo Penta può affrontare anche nel segmento dei fuoribordo. Nell’immagine che vi proponiamo addirittura quattro fuoribordo da 625 HP l’uno completano lo specchio di poppa di un performante scafo statunitense, per un totale di 2.508 HP.

La notizia è appena stata diffusa e siamo curiosi di vedere quali nuovi scenari aprirà sul mercato nautico globale, in particolar modo quello statunitense e a seguire quello europeo.

A mio modesto avviso quest’acquisizione può rappresentare una svolta per entrambe le aziende, Seven Marine trova l’appoggio commerciale internazionale di cui aveva bisogno, Volvo Penta completa la sua offerta entrando in un segmento molto interessante, quello dei fuoribordo, ma lo fa partendo dalle potenze più alte.

 

 

 

Lascia un commento